Contesto

L’azienda in oggetto è una multinazionale, leader riconosciuto di settore, che produce un’ampia gamma di prodotti food & beverage e per l’igiene e la casa. In Italia il gruppo ha 6 aziende, tra le quali quella ubicata nel Veronese che produce alimenti e prodotti per insaporire i cibi.


L’impresa aveva ricevuto più di qualche lamentela da parte degli abitanti del vicino quartiere residenziale a causa del rumore generato dal funzionamento degli impianti di evaporazione posizionati sulla copertura della fabbrica. La rumorosità rilevata ad 1 mt era di 88 dB(A), particolarmente noiosa a chi si trovava a qualche metro di distanza
.

Tale rumore oltrepassava i limiti previsti dal piano di zonizzazione acustica del comune di Verona. L’azienda e le abitazioni limitrofe si trovano in CLASSE III ovvero aree di tipo urbano interessate da traffico veicolare locale, con media densità di popolazione, e con limitata presenza di attività artigianali
.

Valori limite di emissione previsti per la classe III:

Classe di destinazione d'uso del territorio
(DPCM del 14/11/97 art..3)
Tempi di riferimento
Diurno
(6.00-22.00)
Notturno
(22.00-6.00)
CLASSE III
aree destinate ad uso prevalentemente residenziale
55dB
45dB

Valori limite di emissione previsti per la classe III:

Classe di destinazione d'uso del territorio
(DPCM del 14/11/97 art..3)
Tempi di riferimento
Diurno
(6.00-22.00)
Notturno
(22.00-6.00)
CLASSE III
aree destinate ad uso prevalentemente residenziale
60dB
50dB
Soluzione

Dopo aver fatto un sopralluogo presso l’azienda i tecnici 2 Zeta hanno individuato e presentato al committente la soluzione più opportuna per far rientrare la rumorosità dell’impianto nei limiti di legge consentiti attraverso un progetto descrittivo dell’intervento ed un calcolo previsionale dell’investimento economico e dei tempi di produzione e installazione necessari.

La soluzione consiste di due parti distinte: la prima è un silenziatore parallelepipedo a setti dissipativi posto sul ventilatore superiore, a completa chiusura dello stesso, in sostituzione dell’originale silenziatore cilindrico non sufficientemente efficace.

La seconda parte è una barriera fonoisolante fonoassorbente posta sui 3 lati, col lato frontale all’abitazione lunga fin quasi a terra, mentre i due laterali sono rialzati per il corretto flusso dell’aria in aspirazione.

Approfondimento tecnico Approfondimento tecnico Approfondimento tecnico
Risultati

Il risultato è stato di portare la rumorosità a 68 dB(A) a 1 mt dalla torre evaporativa con una riduzione di ben 20 dB.

-34dB

L'intervento di insonorizzazione ha raggiunto il rispetto dei limiti previsti dalla zonizzazione acustica per i ricettori che si trovano in classe III, 45 dB(A) nel periodo notturno.

Grafico misurazioni

Utilizzando questo sito web si acconsente all'utilizzo di cookies in conformità alla nostra politica sui cookies   Ok